1400 persone hanno sottoscritto la nostra lettera agli Ordini Professionali: leggila qui!

domenica 29 maggio 2011

Contratti di Consulenza - Prestazione d'opera


Molto spesso ci vengono presentati contratti di consulenza professionale a fronte di una richiesta di un lavoro subordinato. Ribadiamo che si può parlare di Prestazione d'opera (che comprendono anche le consulenze professionali) quando una persona, dietro corrispettivo, si impegna a compiere un’opera o un servizio prevalentemente attraverso il proprio lavoro e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente.

Ciò vuol dire che il lavoro viene svolto in totale autonomia organizzativa e senza vincoli di orario, perciò questi sono contratti "fasulli" quando nascondono un lavoro subordinato, ma molto spesso abbiamo poche alternative e li firmiamo.

Oltretutto essendo forme contrattuali tra privati non hanno nessun obbligo di riferimento ai Contratti Collettivi Nazionali e vista la nostra poca capacità di contrattare le forme di prestazione, sono sbilanciati verso la committenza, con scarse forme di tutela per il professionista.
Non esiste nessun obbligo di forma scritta di tale contratto,  ma è importante che tale documento ci sia, poiché è l’unico oggetto di riferimento in un eventuale contenzioso.

E' bene che comprenda: la descrizione sufficientemente dettagliata dell’opera o del servizio richiesti; i tempi di consegna da parte del committente dei materiali necessari alla progettazione ; i tempi di consegna del lavoratore; il prezzo pattuito; i tempi di pagamento; la data e le modalità di recesso.
Alcune osservazioni derivate dalla lettura di alcuni di questi contratti:

Fate molta attenzione alle forme di recesso, in cui spesso, la commitenza può recedere dal contratto con un minimo preavviso scritto, mentre il consulente può recedere solo per "giusta causa", questo vuol dire non avere nessuna garanzia di arrivare alla fine del contratto, la forma corretta dovrebbe essere questa:


Fate molta attenzione al fatto che il vostro lavoro dovrà essere svolto in sintonia con fantomatici sistemi di qualità aziendale, di cui non siete stati informati e di cui non avete preso visione.  Questo potrebbe essere utilizzato per non pagare le fatture e contestare il vostro lavoro.

Fate attenzione a come vengono riconosciute eventuali trasferte all'estero.

Inserire gli interessi di mora se le fatture non vengono pagate entro i termini di legge e che il mancato pagamento costituisce giusta causa di recesso dal contratto.

Queste alcune delle più lampanti "fregature" celate sotto i contratti di consulenza, inviateci segnalazioni rispetto alle vostre esperienze con i contratti di consulenza, in modo da rendere tutti più consapevoli al momento della firma.

4 commenti:

  1. Tale accordo ha indicato come mia retribuzione 176€ (al lordo della trattenuta INPS del 4% ed al netto della trattenuta d'acconto) fu così solo per i primi 3 mesi dell'accordo (guarda caso proprio alla scadenza del periodo di prova) mentre i restanti son stati fatturati a 136€ (in seguito a quotidiane lamentele sul mio modo di lavorare e che gli costavo troppo, una sorta di "abusi psicologici", sono stato costretto a proporre una decurtazione della mia tariffa dato che rischiavo che mi mandassero a casa, volevo metterlo per iscritto, ma mi è stato risposto che non era necessario).

    Inoltre da gennaio 2011 non percepisco più i miei compensi entro 30 gg data fattura, come indicato sull'accordo, bensì dopo i 30 giorni.

    Inoltre informo che "per contratto" sono tenuto a passare almeno 5 giorni a settimana per le prestazioni dei servizi di consulenza, nascondendo un lavoro subordinato di 8 ore al giorno per 5 giorni a settimana!

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    nel tuo contratto di consulenza è scritto che sei tenuto a recarti nella sede indicata almeno 5 giorni alla settimana per 8 ore?
    Se così fosse non avrei dubbi a pensare a un azione legale, viste anche le pressioni psicologiche e la decurtazione dello stipendio (che spero sia di 1360€ mensili). Mandaci ulteriori dettagli via mail, anche in merito al testo del contratto in modo da integrare il post con ulteriori temi di attenzione.
    A presto
    Iva

    RispondiElimina
  3. regime minimi: qualcuno sa dirmi se avere avuto per piu di tre anni contratti a prestazione d opera e ad oggi avere la p.iva ma continuare lo stesso lavoro esclude dai regimi dei superminimi?

    RispondiElimina
  4. ciao! ho lavorato con questo tipo di contratto presso delle scuole dell'infanzia tramite una cooperativa. volevo sapere quali sono i tempi di pagamento, se la cooperativa DEVE per legge pagarmi entro 30 gg oppure se è solo una voce di corridoio. grazie.
    A.

    RispondiElimina