1400 persone hanno sottoscritto la nostra lettera agli Ordini Professionali: leggila qui!

domenica 30 settembre 2012

Annunciazione: Associat' Iva


Cari Ivi e Ive di tutta Italia,

in questi ultimi tempi il gruppo di Roma si è riunito per valutare l’opportunità di costituirsi in  associazione “Iva sei partita”, e di passare quindi dallo stato di blog informale a qualcosa di più strutturato.

I motivi per la creazione dell’associazione sono

·  diventare un interlocutore meno "astratto" di come siamo ora nei confronti di ordini professionali e istituzioni in genere

·      farci sentire come soggetto riconosciuto e riconoscibile

·      raccogliere adesioni e proposte per ampliare l’effetto delle iniziative e fondi per finanziarle, in aggiunta al volontariato e all’autofinanziamento dei singoli che ci ha portati fin qui

·    strutturare un gruppo organizzato e coeso capace di portare avanti e proporre progetti e iniziative condivise

·      provare, in misura del numero delle adesioni, a fare “massa critica” per superare le obiezioni di chi ci vuole dipingere come minoranza marginale e poco rappresentativa della situazione reale, all’interno degli ordini professionali e nel mondo del lavoro

·     espandere le nostre iniziative a livello nazionale, attraverso la creazione di gruppi che operano in altre città e conoscono le condizioni di lavoro esistenti, dalla scala generale del loro territorio fino alle situazioni di singoli grandi e piccoli abusi che difficilmente possono essere affrontati da soli

·     creare, attraverso la nostra rete, uno strumento per affrontare e risolvere problemi comuni a tutti, come la sostanziale condizione di precariato mascherato da libera professione, le difficoltà incontrate da chi decide di tentare di svincolarsi da tale condizione e intraprendere la libera professione, l’assenza di potere contrattuale nei confronti di datori di lavoro pubblici e privati, gli impedimenti che affronta chi esce dalle università e si trova proiettato in un meccanismo di sfruttamento, e tutti gli ostacoli che vengono altrimenti oscurati da chi istituzionalmente dovrebbe farsi carico della loro rimozione

Ad oggi abbiamo una bozza di statuto che è solo un punto di partenza, una struttura formale necessaria alla costituzione dell’associazione, che è nata attorno ad un gruppo di architetti e ingegneri, ma che è aperta alle proposte di tutti coloro che vogliono contribuire. I tempi stringono, fateci sapere cosa pensate e aiutateci a dare una forma condivisa a Iva sei partita.

Per finanziare le spese organizzative necessarie e le prossime iniziative (che speriamo verranno anche da vostre proposte) abbiamo deciso di tentare la via del “crowdfunding” o finanziamento dal basso, una sorta di “colletta online” in cui chi si riconosce in un progetto decide di sostenerlo con una piccola donazione, che nel nostro caso potrebbe coincidere con la quota di iscrizione. Stiamo studiando le diverse modalità e opzioni presenti in rete, quindi invitiamo chi abbia già avuto esperienze in questo campo a darci qualche suggerimento, e tutti gli altri a incoraggiarci sulla direzione presa.

A breve vi  daremo un resoconto dei risultati di questo appello e delle altre iniziative future.


lunedì 17 settembre 2012

Cercasi Adamo disperatamente...

Il mondo del lavoro si fa sempre più aleatorio e difficile, molti annunci di offerte di lavoro rivelano una progressiva deregulation in cui ogni richiesta è lecita seppur spudorata e in palese violazione dei diritti costituzionali. 

E' il caso di questo annuncio pubblicato sul sito dell'Ordine degli Ingegneri di Roma, in cui non vi è nessun riferimento al soggetto che offre lavoro, se non una generica mail: professione.ing@gmail.com (spesso utilizzata per altri annunci del genere), ma di contro c'è l'esplicita richiesta di collaboratori di sesso maschile. 

Ogni passo nella direzione contraria al raggiungimento di pari diritti e opportunità e un fallimento per tutti, una catena che rivela un paese familistico, gerontologico, anti-meritocratico, insomma un paese che non vogliamo!


Ed ora ecco il simpatico testo:


Richiesta Ingegnere/Geometra

La risorsa, con competenze e professionalità comprovate, avrà la responsabilità della gestione e dell’esecuzione dei rilievi topografici in cantieri esteri, verificherà la documentazione di progetto e curerà il trasferimento delle informazioni al cantiere.
Si considera fondamentale per il ruolo esperienza acquisita in materia di rilievi topografici, buona conoscenza scritta e parlata della lingua inglese, ottime doti di lavoro in gruppo. 
La ricerca è estesa esclusivamente ad ingegneri/geometri di sesso maschile.
Gli interessati in possesso dei “requisiti base” possono inviare il proprio CV all’indirizzo email: professione.ing@gmail.com

Abbiamo segnalato al Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Roma per iscritto l'annuncio di cui sopra, ma allo stesso tempo abbiamo inviato un documento, da noi elaborato, per predisporre sul sito dell'Ordine un format per gli annunci di lavoro che garantisca trasparenza e veridicità, sono poche mosse che potranno garantire a chi cerca lavoro inutili perdite di tempo e frustrazioni.

Nell'attesa che il Presidente ci risponda invitiamo tutti gli Ivi e le Ive a fare altrettanto inviando alla mail presidente@ording.roma.it il seguente testo:

oggetto:sul sito dell'Ordine palese violazione delle pari opportunità

Gentile Presidente,

Le segnalo che in data 14/09/2012 è stato pubblicato sulla pagina "Lavoro" del sito dell'Ordine degli Ingegneri un annuncio discriminatorio e in violazione dell'art.37 della Costituzione che sancisce parità di diritti di accesso al lavoro per le donne.
Pur nella consapevolezza dell'utilità del servizio offerto dall'Ordine e nella convinzione dello spirito collaborativo tra l'Ordine e i suoi iscritti La invito ad intervenire nei confronti di coloro che offrono lavoro in violazione dell'art. 1.1 e 3.1 del Codice Deontologico e La esorto ad attuare tutte le misure necessarie al fine di migliorare e rendere trasparente, legale e veritiero il servizio.

nella certezza di un proficua collaborazione
Le invio i miei più cordiali saluti

Segnalateci altri siti che raccolgono annunci di lavoro in violazione delle leggi dello stato e della deontologia professionale, dobbiamo dire basta!