1400 persone hanno sottoscritto la nostra lettera agli Ordini Professionali: leggila qui!

lunedì 17 settembre 2012

Cercasi Adamo disperatamente...

Il mondo del lavoro si fa sempre più aleatorio e difficile, molti annunci di offerte di lavoro rivelano una progressiva deregulation in cui ogni richiesta è lecita seppur spudorata e in palese violazione dei diritti costituzionali. 

E' il caso di questo annuncio pubblicato sul sito dell'Ordine degli Ingegneri di Roma, in cui non vi è nessun riferimento al soggetto che offre lavoro, se non una generica mail: professione.ing@gmail.com (spesso utilizzata per altri annunci del genere), ma di contro c'è l'esplicita richiesta di collaboratori di sesso maschile. 

Ogni passo nella direzione contraria al raggiungimento di pari diritti e opportunità e un fallimento per tutti, una catena che rivela un paese familistico, gerontologico, anti-meritocratico, insomma un paese che non vogliamo!


Ed ora ecco il simpatico testo:


Richiesta Ingegnere/Geometra

La risorsa, con competenze e professionalità comprovate, avrà la responsabilità della gestione e dell’esecuzione dei rilievi topografici in cantieri esteri, verificherà la documentazione di progetto e curerà il trasferimento delle informazioni al cantiere.
Si considera fondamentale per il ruolo esperienza acquisita in materia di rilievi topografici, buona conoscenza scritta e parlata della lingua inglese, ottime doti di lavoro in gruppo. 
La ricerca è estesa esclusivamente ad ingegneri/geometri di sesso maschile.
Gli interessati in possesso dei “requisiti base” possono inviare il proprio CV all’indirizzo email: professione.ing@gmail.com

Abbiamo segnalato al Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Roma per iscritto l'annuncio di cui sopra, ma allo stesso tempo abbiamo inviato un documento, da noi elaborato, per predisporre sul sito dell'Ordine un format per gli annunci di lavoro che garantisca trasparenza e veridicità, sono poche mosse che potranno garantire a chi cerca lavoro inutili perdite di tempo e frustrazioni.

Nell'attesa che il Presidente ci risponda invitiamo tutti gli Ivi e le Ive a fare altrettanto inviando alla mail presidente@ording.roma.it il seguente testo:

oggetto:sul sito dell'Ordine palese violazione delle pari opportunità

Gentile Presidente,

Le segnalo che in data 14/09/2012 è stato pubblicato sulla pagina "Lavoro" del sito dell'Ordine degli Ingegneri un annuncio discriminatorio e in violazione dell'art.37 della Costituzione che sancisce parità di diritti di accesso al lavoro per le donne.
Pur nella consapevolezza dell'utilità del servizio offerto dall'Ordine e nella convinzione dello spirito collaborativo tra l'Ordine e i suoi iscritti La invito ad intervenire nei confronti di coloro che offrono lavoro in violazione dell'art. 1.1 e 3.1 del Codice Deontologico e La esorto ad attuare tutte le misure necessarie al fine di migliorare e rendere trasparente, legale e veritiero il servizio.

nella certezza di un proficua collaborazione
Le invio i miei più cordiali saluti

Segnalateci altri siti che raccolgono annunci di lavoro in violazione delle leggi dello stato e della deontologia professionale, dobbiamo dire basta!

2 commenti:

  1. Secondo me devono fare dei rilievi in un paese islamico, quindi mandarci una geometra o un'archetetto donna creerebbe non pochi problemi! Potevano essere più espliciti, comunque!

    RispondiElimina
  2. A me è successo anni fa di avere ricevuto risposta negativa a un preventivo presentato a una famosa impresa edile il cui rappresentante, ingegnere, affermò che non erano soliti affidare incarichi a donne. E sono ora come allora convinta che il mondo degli ingegneri sia un mondo maschista.

    RispondiElimina