1400 persone hanno sottoscritto la nostra lettera agli Ordini Professionali: leggila qui!

martedì 10 marzo 2015

Inarcassa: oggi, domani e dopodomani si vota!


Oggi, domani e dopodomani si vota per il rinnovo del Comitato Nazionale dei Delegati Inarcassa.

Qui trovate la lista dei seggi, provincia per provincia, e le istruzioni di voto.

Come già scritto in passato, Iva sei Partita sostiene Inarcassa Insostenibile e Inarcassa 2.0.

Al di là delle proprie preferenze di voto, sarebbe importante che soprattutto (ma non solo) le giovani generazioni, che hanno visto dopo la riforma le proprie pensioni tagliate del 60% a fronte di un aumento dei contributi minimi del 50%, e che ad oggi rappresentano la fascia più numerosa e debole degli Iscritti a Inarcassa, andassero a votare numerosi per chi si candida per la prima volta con un programma di rinnovamento o si ricandida avendo però lavorato con coerenza nel suo mandato e osteggiato quella riforma.

Ciò che accade spesso, invece, è che proprio l'inerzia della nostra generazione favorisce la mancanza di ricambio al potere e l'assenza di rappresentanza delle nostre istanze nelle istituzioni.

Tutti noi, almeno diversi minuti al giorno, siamo presi dall'angoscia del nostro futuro e dallo sconforto per le decisioni di una classe dirigente miope e autoreferenziale: in questi tre giorni usiamo questi minuti per andare al seggio e dire che vogliamo qualcosa di diverso!


"La salvezza è, come sempre, nella volontà di rinnovamento delle giovani generazioni, quando esse approfondiscono la conoscenza critica dei processi, la consistenza dei loro obiettivi, rafforzano l'unità della loro azione.
Questo processo è in atto, fra difficoltà, contraddizioni ed errori. Ad esso giovano l'esperienza passata, la identificazione dei responsabili, per isolarli e denunziarli nominativamente, per smascherare l'ipocrisia che tende a rappresentare tutti colpevoli e nessuno innocente.
La contestazione è una strada. Deve divenire più razionale e continua, più radicale e settaria, anche a costo di generare momentanei episodi di insofferenza ed allungare il cammino. Solo nella presa di coscienza delle proprie ragioni e della propria forza le nuove generazioni razionalizzeranno le strutture del proprio paese e con esse anche quelle dell'architettura".

Luigi Cosenza

domenica 1 marzo 2015

#27 febbraio: nasce la rete delle Associazioni e dei Movimenti dei lavoratori autonomi (e Iva c'è)!

Vi avevamo promesso che saremmo tornati, e infatti eccoci qui!

Venerdì 27 febbraio si è tenuto a Roma lo Speaker Corner organizzato da Mobilitazione Generale Avvocati contro l'iniquità fiscale e previdenziale per i lavoratori autonomi. La manifestazione si è svolta in piazza Cavour dopo che la Questura ha comunicato agli organizzatori che questa sede era più opportuna rispetto a quella originariamente concordata, e cioè la sede della Cassa Forense.

Qui trovate un racconto dettagliato della giornata (raccontata molto obiettivamente ma nonostante ciò ricca di succosi gossip).

C'eravamo anche noi insieme a decine di associazioni di liberi professionisti, freelance e precari. Un piccolo "9 aprile", che, per chi lo ricorda, fu la grande manifestazione dei precari organizzata a Roma nel 2011, quando Iva era appena nata.

All'epoca le speranze di uno Statuto dei Lavoratori che risolvesse le nuove forme di sfruttamento del lavoro sorte all'ombra dei contratti precari e delle finte partite iva e contemplasse e valorizzasse il vero lavoro autonomo si infranse contro la Riforma del Lavoro del Ministro Fornero.

Sono passati 4 anni da allora e dopo le riforme del fisco, previdenziali, delle professioni e il Jobs Act crediamo ci sia ancora tanto, troppo, per cui far sentire la nostra voce. 

Grazie anche tutta la rete di Associazioni e Movimenti che ha partecipato il 27 febbraio con entusiasmo e nuove idee possiamo dire che Iva è viva e lotta in mezzo a noi (e a loro)!

Dopo la manifestazione infatti c'è stata una riunione delle associazioni partecipanti (una quindicina) che si è conclusa con la firma di un documento comune: tutte le associazioni presenti si impegnano a far rete per lanciare azioni comuni per un fisco e una previdenza più equi e la legalità e il rispetto dei diritti dei lavoratori autonomi (finti e veri).

Il particolare momento storico che viviamo ci ha portato ad identificare nel tema previdenziale un nodo fondamentale: sia perchè il nuovo Presidente dell'INPS Tito Boeri si è pronunciato spesso in termini di sostenibilità del sistema pensionistico e di equità sociale e generazionale, sia perchè a 2 anni dalle riforme previdenziali delle Casse private conseguenti al Decreto Salva Italia del 2011 tutte le Casse dei liberi professionisti ordinisti si trovano in mezzo a una bufera di malcontento da parte dei propri iscritti, soprattutto coloro che sono più giovani e a basso reddito.

I problemi sono comuni anche se gli Istituti Previdenziali sono diversi: minimi obbligatori troppo alti rispetto ai redditi della categoria, pensioni drasticamente decurtate per i neo-iscritti, mancanza di solidarietà e di equità da parte dei redditi più alti e di chi ha beneficiato di trattamenti pensionistici, diciamo così, "generosi"...

Per tutti questi motivi abbiamo deciso di partire dalla Previdenza e di organizzare una carovana di eventi che vedranno protagoniste le diverse Casse Previdenziali, a cui la rete di associazioni aderirà, secondo il principio di solidarietà intercategoriale (siamo tutti lavoratori e cittadini prima che avvocati, architetti, farmacisti...) come avvenuto il 27 febbraio.

Intanto, a questo link potete trovare l'elenco delle Associazioni che fanno rete con Iva.


Rimanendo in tema, vi ricordiamo di andare a votare durante queste elezioni Inarcassa: la nostra Cassa di previdenza, a differenza delle altre, è in piena campagna elettorale: è un'occasione perchè possiamo in questo momento fare in modo di cambiarla da dentro.

Noi di Iva appoggiamo Inarcassa Insostenibile e la coalizione Inarcassa 2.0 che condividono un programma comune.

In questo anno (un po' assenti dal web ma più presenti nella realtà) abbiamo lavorato a fondo con Inarcassa Insostenibile, i delegati di Salva Inarcassa che hanno votato contro la Riforma 2012 e gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri che vogliono cambiarla per  trovare proposte alternative e battere a tappeto tutto il territorio nazionale, presentando più di 100 candidature per rinnovare il Comitato Nazionale dei Delegati.

Potete controllare le candidature nella vostra provincia a questi link:


E qui un link di come si vota.